EasyPol sbarca nel mercato open banking attraverso la piattaforma Salt Edge

EasyPol sceglie Salt Edge, leader nello sviluppo di soluzioni di open banking, per aggiornare la sua offerta con servizi basati su PSD2 e creare una piattaforma di gestione finanziaria.

La pandemia ha sconvolto le nostre vite in moltissimi campi, stravolgendo la nostra quotidianità a 360 gradi.

Una delle trasformazioni più importanti è sicuramente quella della digitalizzazione che ha subito una forte accelerazione nell’ultimo anno.

Tutto ciò ha spinto anche le istituzioni pubbliche e private, da sempre considerate rigide e arretrate sul fronte digitale, a cercare di aggiornarsi per stare al passo con i tempi.

Per contribuire all’attuale ondata di innovazione, EasyPol ha deciso di aggiornare la propria piattaforma per poter soddisfare al meglio l’intero spettro delle esigenze finanziarie dei propri clienti. 

 La collaborazione con Salt Edge consentirà alla nuova versione dell’app di padroneggiare una delle tendenze finanziarie più promettenti nel settore dei pagamenti e del data-open banking.

Oggi EasyPol consente ad aziende ed utenti finali di pagare tasse, avvisi pagoPA, bollettini postali, MAV e RAV in modo facile, veloce e sicuro. 

Presto sarà possibile gestire all’interno dell’app la propria vita finanziaria a 360° grazie all’annessione dei dati bancari tramite Salt Edge. 

La piattaforma Salt Edge garantisce l’accesso alle informazioni sui conti di oltre 2000 banche in tutta Europa, comprese le principali banche italiane, in modo semplice e conforme. 

I dati aiuteranno EasyPol a migliorare le analisi e gli algoritmi finanziari esistenti, offrendo agli utenti un valore aggiunto: ottenere il meglio dalle loro condizioni finanziarie (guadagni, spese, mutui, prestiti, debiti), ricevendo informazioni e suggerimenti su come ottimizzare le spese.

“Eravamo alla ricerca di una piattaforma all-in-one, un po’ come EasyPol, attraverso cui potessimo dialogare con tutte le banche operanti sul territorio italiano ed europeo. 

In Salt Edge abbiamo individuato non solo tutto ciò ma anche un partner che ci potesse supportare nel nostro percorso” dice Matteo Preziotti, CEO di EasyPol. 

“Abbiamo apprezzato l’elevata copertura di Salt Edge sul mercato italiano, la buona e sicura infrastruttura tecnica, l’esperienza acquisita sul mercato, l’approccio professionale e umano delle persone. 

I vantaggi che la nostra collaborazione con Salt Edge darà ai nostri clienti saranno la sicurezza e l’affidabilità dell’infrastruttura che utilizzeremo per recuperare e gestire i loro dati finanziari. 

Il nostro obiettivo futuro? Una volta consolidata la nostra presenza sul territorio italiano vorremmo espanderci anche all’estero – in Spagna, Francia e Germania “ auspica Matteo.

“L’Italia è un mercato entusiasmante per le opportunità alimentate dall’open banking e siamo lieti di collaborare con EasyPol per promuovere la creazione di un ecosistema finanziario digitale basato sulle API PSD2. 

L’open banking non riguarda solo la tecnologia, ma i servizi costruiti su questa. 

I clienti di EasyPol in Italia potranno collegare i loro conti bancari, sottoscritti con le più grandi banche locali ed europee, e visualizzare tutti i loro saldi e tutte le transazioni di conti e carte in un’unica app. 

Siamo lieti di andare di pari passo con EasyPol nel loro cammino verso l’ottimizzazione dei processi esistenti e la creazione di servizi completamente nuovi presso la sede della PSD2 “, ha affermato Andrei Scutari, Country Manager Italia di Salt Edge.

 

A proposito di Salt Edge

Salt Edge è una piattaforma API finanziaria con PSD2 e soluzioni di open banking. 

L’azienda ha due principali vettori di attività: consentire a terze parti di accedere ai canali bancari tramite un gateway unificato e sviluppare la tecnologia necessaria affinché le banche diventino conformi ai requisiti della direttiva. 

Certificata ISO 27001 e con licenza AISP in base alla PSD2, impiega le più alte misure di sicurezza internazionali per garantire connessioni stabili e affidabili tra le istituzioni finanziarie ei loro clienti. 

Inoltre, l’azienda è integrata con oltre 5000 istituzioni finanziarie in oltre 50 paesi.

Articoli in evidenza