Tutto quello che ti serve sapere sulla PSD2

La PSD2 è la seconda direttiva UE sui servizi di pagamento che introduce importanti innovazioni nel mercato bancario. Scopri i suoi vantaggi!

PSD2 è l’abbreviazione di (Revised) Payment Services Directive. È la sigla con cui si fa riferimento alla nuova Direttiva Europea EU 2015/2366, che interviene nel settore bancario per lo sviluppo di servizi finanziari innovativi.

La PSD2 è la seconda direttiva europa sui servizi di pagamento, è entrata in vigore nel 2016 ed è diventata effettiva nel 2018 in tutti gli Stati membri dell’Unione Europea. Questa norma sostituisce quella precedente, la PSD del 2009.

In questo articolo, ti spieghiamo in modo semplice cos’è la PSD2, quali sono gli obiettivi di questa nuova direttiva UE, ma soprattutto quali sono i vantaggi per i consumatori.

🤔 Se sei curiosə di vedere un’applicazione concreta della PSD2 nel mondo bancario scopri l’app EasyPol, con cui potrai iniziare a monitorare le tue spese in modo chiaro e veloce!

Che cos’è la Direttiva PSD2?
[ torna al menu ]

👉Cos’è la Direttiva PSD2

La PSD2, acronimo di (Payment Services Directive), è la nuova direttiva europea sui servizi di pagamento, che modernizza il quadro legislativo del mercato europeo dei pagamenti digitali:

  • rendendoli più sicuri e competitivi
  • rafforzando la tutela dei consumatori finali
  • promuovendo l’innovazione dei servizi di pagamento elettronici.

 

👉Quando è entrata in vigore la PSD2?

La PSD2 è entrata in vigore il 14 marzo 2018 ed è diventata esecutiva a partire dal 14 settembre 2019.

 

👉Cosa definisce la PSD?

La PSD (Payment Services Directive), cioè la prima direttiva europea sui servizi di pagamento del 2007, definì un quadro giuridico comunitario moderno e coerente per i servizi di pagamento elettronici.

Al tempo, l’obiettivo dell’Unione Europea era quello di sviluppare sistemi di pagamento elettronici sicuri, efficienti e innovativi per consumatori, imprese ed esercenti.

Col tempo però, questa Direttiva ha mostrato i suoi limiti, principalmente legati alle nuove abitudini dei consumatori finali e all’introduzione di nuove tecnologie.

Si è quindi pensato di aggiornarla, facendo nascere la normativa PSD2.

 

👉Quali servizi di pagamento rientrano nella PSD2?

  • Bonifici
  • Pagamenti con carte di credito, debito e prepagate
  • addebiti diretti RID e Addebito Diretto Unico Europeo (ADUE)
  • Ri.Ba.
  • MAV
  • Bollettini Bancari
  • Prelievi e versamenti di contante.

 

👉Dove si applica la PSD2?

La normativa della PSD2 si applica a tutti i Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP), all’interno del quale rientrano Banche, Assicurazioni, società Fintech, Telephone Company e altre società terze (TPP) presenti sul territorio dell’Unione Europea.

 

Obiettivi della nuova Direttiva Europea
[ torna al menu ]

Quali sono gli obiettivi della PSD2?

  1. Creare condizioni di parità e un ambiente bancario più democratico;
  2. Aumentare la concorrenza e l’innovazione nel mercato tra gli Stati membri;
  3. Rafforzare la protezione dei consumatori e migliorare la sicurezza dei pagamenti su internet e l’accesso al conto.

PSD2 e Open Banking

Con la PSD2 si concretizza il concetto di Open Banking: le banche aprono le proprie API bancarie (Application Programming Interface) a soggetti terzi autorizzati, i quali possono così accedere in sicurezza ai dati finanziari dei clienti della banca e proporre nuovi servizi innovativi focalizzati sull’utente e le sue esigenze. 

In questo modo, i clienti delle banche possono scegliere di utilizzare Operatori Terzi per gestire le proprie finanze, per fare operazioni di pagamento ed accedere alle informazioni sui propri conti e carte, anche se si trovano in istituti bancari differenti.

Ad esempio, è possibile collegare il proprio conto bancario anche all’interno di app, dove è possibile avere una visione chiara e semplice delle tue entrate e uscite.

 

6 Vantaggi per i consumatori
[ torna al menu ]

Che tipo di cambiamenti comporta la PSD2 per i consumatori?

  1. Maggiore concorrenza
    Quando è nata la PSD2, lo scopo della Commissione Europea era proprio quello di eliminare il monopolio delle banche nella gestione dei conti correnti online, aprendo anche a nuovi soggetti, come le startup del fintech tra cui rientra anche EasyPol, la possibilità di offrire servizi finanziari innovativi.Infatti, una maggiore e sana competizione stimola gli istituti bancari tradizionali a migliorare costantemente prodotti e servizi, e a implementare la componente tecnologica e digitale, a beneficio dei consumatori finali.
  2. Acquisti online più agili ed economici
    La PSD2 facilita anche gli acquisti online su e-commerce eliminando l’intermediazione, ovvero permettendo alla piattaforma o al negozio di accedere direttamente al conto, previa autorizzazione del titolare della carta. In questo modo, l’intero processo di pagamento diventa più veloce e permette di abbattere i costi delle commissioni per le operazioni di pagamento.
  3. Aumento dei livelli di sicurezza
    Questo è uno degli obiettivi principali della normativa PSD2! Grazie all’obbligo di imposizione della Strong Customer Authetication (SCA), i pagamenti diventano più sicuri per il consumatore finale, perché occorrono due fattori indipendenti per verificare la propria identità. Se vuoi, puoi approfondire come funziona la SCA.
  4. Franchigia PSD2
    La PSD2 ha portato a una riduzione della franchigia a carico dei consumatori, da 150€ a50€ per tutte le transazioni non autorizzate che provengono dall’utilizzo indebito di strumenti di pagamento in seguito a furto, smarrimento, o appropriazione indebita.
  5. Rating finanziario e credit scoring più immediati e precisi
    Grazie alle innovazioni introdotte dalla PSD2 è possibile rilevare in modo più semplice e accurato i dati finanziari dei consumatori per permettere loro di accedere più facilmente a forme di credito a breve, medio e lungo termine.
  6. Tutti i conti in un unico luogo
    Grazie all’Open Banking abilitato dalla PSD2 è possibile aggregare e gestire le carte su un’unica dashboard anche avendo due o più conti su banche diverse.  Nascono anche strumenti che analizzano il comportamento di spesa, permettendo all’utente di ricevere valutazioni finanziarie sulla propria situazione economica aiutandolo a raggiungere i propri obiettivi di risparmio.

 

😎  Se vuoi avere un assaggio dell’innovazione portata dalla PSD2 nel mondo bancario:

 

Gli operatori Terzi: AISP, PISP e CISP
[ torna al menu ]

La nuova direttiva PSD2 introduce 3 tipi di attori nel panorama finanziario, i cosiddetti Operatori Terzi che abbiamo menzionato all’inizio.

Vediamo meglio quali sono:

  1. AISP (Account Information Service Provider)
    Sono fornitori di servizi con accesso alle informazioni sul conto dei clienti delle banche, in grado di analizzare il comportamento di spesa di un utente, o aggregare i dati di diverse banche in un’unica piattaforma.
  2. PISP (Payment Initiation Service Provider)
    Si tratta di fornitori di servizi in grado di prelevare i soldi dal conto e fare pagamenti, previo consenso dell’utente.
  3. CISP (Card Issuing Service Provider)
    Sono prestatori di servizi di pagamento basati su carta, che permettono di sapere se sul conto del pagatore ci sono abbastanza fondi per procedere con la transazione. Il CISP non vede quanti soldi ci sono sul conto dell’utente, ma fornisce solo una risposta positiva, o negativa, al momento dell’operazione.

Se ti stai chiedendo quanto tutto ciò possa incidere sulla sicurezza del tuo conto bancario puoi stare tranquillə: gli operatori terzi sono soggetti autorizzati dalla banca.

Pertanto è la banca stessa che, preventivamente, sceglie di avvalersi e autorizzare i servizi degli operatori terzi, quindi i tuoi dati saranno tenuti al sicuro!

 

SCA PSD2
[ torna al menu ]

La SCA, Strong Customer Authentication, è l’autenticazione a due fattori, cioè la verifica di almeno due elementi, al fine di confermare l’identità di chi sta compiendo un’operazione bancaria.

I due elementi possono essere scelti tra:

  • Un’informazione che solo l’utente può possedere, come ad esempio una password
  • Un dato che permette di individuare il consumatore, come l’impronta digitale o il riconoscimento facciale/vocale
  • Qualcosa che solo quell’individuo può possedere, ad esempio il suo cellulare

La SCA non è necessaria per ogni singola transazione. Infatti, ci sono delle eccezioni, come ad esempio:

  • Se abbiamo un servizio in abbonamento con pagamento ricorrente dello stesso importo, la SCA non verrà eseguita ad ogni richiesta di pagamento del canone
  • Quando la transazione non supera 30€ di importo
  • I beneficiari rientrano nell’elenco dei beneficiari attendibili

 

PSD2 in Italia
[ torna al menu ]

Come abbiavo visto all’inizio dell’articolo, tutti i Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) hanno dovuto adeguarsi alle novità introdotte dalla PSD2: dalle più tradizionali Poste Italiane e Intesa San Paolo, alle digitali Fineco a PayPal.

Uno degli obiettivi della normativa PSD2 era proprio quello di portare innovazione nel mondo bancario e finanziario. Il risultato è stato raggiunto principalmente grazie alla nascita di startup che operano nel mondo fintech.

Una di queste è EasyPol, una delle prime realtà italiane ad esplorare il panorama dell’Open Banking creato dalla PSD2.

Infatti, dopo aver consolidato con successo il mercato dei Pagamenti Digitali, EasyPol offre ai suoi clienti la possibilità di acquisire maggior consapevolezza della loro situazione finanziaria. Collegando un conto, o più conti e carte, all’interno dell’app gli utenti ottengono una visualizzazione chiara di dati precisi ed accurati, che consentono loro di prendere decisioni più consapevoli, utili al raggiungimento dei propri obiettivi finanziari.

EasyPol non si sostituisce affatto all’home banking di una banca tradizionale, bensì vuole essere di supporto a chiunque voglia raggiungere una migliore consapevolezza delle proprie finanze.


ARTICOLO A CURA DI AMY GHERARDI

amy gherardi
Entusiasmo, curiosità, voglia di imparare. Personalità propositiva e dinamica. Digital Marketer in EasyPol. Studentessa di Banking and Finance presso UniBg.

Articoli in evidenza

Aggregatori di conti correnti: cosa sono e come funzionano
Tutto quello che ti serve sapere sull’Open Banking
Come fare pagamenti online in totale sicurezza
Tutto quello che devi sapere sui Pagamenti Digitali