Il QR Code negli avvisi pagoPA: a cosa serve

Avrai notato che sugli avvisi di pagamento pagoPA compare sempre un QR Code: ti spieghiamo perché ti permette di effettuare la transazione in modo sicuro, semplice e veloce.

Com’è fatto un avviso pagoPA?

Avrai notato che sugli avvisi di pagamento pagoPA compare sempre un QR Code:
ti spieghiamo perché ti permette di effettuare la transazione in modo sicuro, semplice e veloce.

Pagare un tributo con EasyPol non rende obbligatoria la registrazione: puoi effettuare la transazione fornendo semplicemente un indirizzo e-mail, necessario per farti avere la ricevuta di pagamento conforme al nodo pagoPA e valida ai fini di legge in caso di accertamento.

Molti utenti hanno dubbi nel pagamento perché non riescono a comprendere la struttura e il significato delle diciture contenute nell’avviso pagoPA.

Ti aiutiamo noi a decifrare questo documento. Eccone uno di esempio:

Esempio di avviso pagoPA

Come potrai notare, ci sono 5 sezioni nell’avviso:

  1. la prima contiene il logo dell’Ente, quello pagoPA – che ti permette di individuare la tipologia di pagamento – e l’oggetto dell’avviso;
  2. la seconda presenta i dati dell’Ente e quelli del Destinatario, il soggetto pagatore;
  3. la terza comprende tutte le informazioni legate al pagamento: l’importo, la data di scadenza e la lista dei canali di pagamento disponibili.

A questo punto troverai tutti i dettagli tecnici:

  1. il QR Code che puoi utilizzare per il pagamento
  2. il codice fiscale dell’Ente
  3. il codice interbancario dell’Ente (CBILL), necessario per il pagamento tramite banca;
  4. il codice Avviso di Pagamento, che contiene lo IUV, evidenziato chiaramente.

Infine, in questo caso, il bollettino postale, presente se l’Ente rende disponibile questo canale di pagamento.

Nel caso in cui sia possibile rateizzare il tributo, l’avviso sarà composto da più fogli: in uno saranno indicate tutte queste specifiche per la transazione in un’unica soluzione, negli altri i dati per ogni singola rata.

Il QR Code e i dati necessari per pagare

A questo punto, la vera domanda è: come si paga? Come vanno utilizzate tutte queste informazioni?

Per effettuare il saldo vero e proprio, dovrai concentrarti sulla quarta sezione, quella che contiene i vari codici utili. Vediamo (quelli più interessanti) quali sono.

Innanzitutto il Codice dell’Avviso, composto da 15/18 cifre che identifica univocamente quel pagamento. Esso è importantissimo, sia per effettuare la transazione, ma anche per risalire successivamente alla posizione debitoria presso l’Ente.

Se usi EasyPol per pagare il tuo avviso e inserire i dati manualmente, ti verrà richiesto, appunto, il nome dell’Ente, l’importo e questo codice.

In alternativa, tramite la nostra app, puoi pagare usando il QR Code presente sull’avviso e, come per magia, avrai già tutti i dati nel tuo telefono. Scherziamo, la magia c’entra poco: il QR Code è l’altra parte fondamentale per fare una transazione in modo sicuro, facile e veloce.

SI tratta di un codice a barre bidimensionale, adottato da ISO, impiegato per memorizzare informazioni destinate ad essere lette tramite diversi dispositivi, tra cui anche smartphone, tablet, ATM, ecc.

Il QR Code, nonostante possa sembrare uno strano disegno a puntini, contiene tutti i dati necessari per il pagamento, quelli che identificano quel preciso avviso:

  1. un codice identificativo
  2. il numero dell’avviso di pagamento
  3. l’identificativo dell’Ente
  4. l’importo da pagare.

Tutto ciò che serve per inizializzare la transazione.

Un esempio di cosa è contenuto in un QR Code?

Esempio di QR Code di un avviso pagoPA

Sembra impossibile, eppure è un piccolo miracolo della tecnologia.

Come pagare su EasyPol con il QR Code

Sulla nostra app è possibile utilizzare il QR Code presente sul tuo avviso di pagamento per effettuare la transazione in modo ancora più veloce.

  1. Apri l’app EasyPol
  2. Seleziona Avviso pagoPA
  3. Scannerizza il QR Code
  4. Controlla il Resoconto del pagamento
  5. Inserisci i dati della tua carta e paga!

37 secondi e il tuo tributo sarà saldato. Se sei un utente registrato, troverai la tua ricevuta nello Storico dei Pagamenti – oltre a una serie di funzionalità extra – altrimenti la riceverai via mail.

Semplice, sicuro, veloce. Prova subito!

Articoli in evidenza

Cos’è PagoPA | EasyPol