La nascita di EasyPol raccontata dal CEO Matteo Preziotti

Da idea a realtà, la nascita e l’evoluzione di EasyPol. Matteo Preziotti ci racconta la sua visione.

Prima di buttarmi a capofitto su EasyPol ero coinvolto su un altro progetto, Speedygift, una startup già pronta per il lancio. Ricordo che il team coinvolto era a mille, avevamo già partecipato a un contest ottenendo un notevole successo e i numeri di pitch e presentazioni fatte ormai non si contavano più. Ero a un passo dall’immergermi completamente in una nuova, entusiasmante avventura sulla quale avevo passato giorni e nottate insonni. Poi è successo qualcosa.

Era giugno 2017, faceva già caldo come se fosse agosto e, tornando a casa da una riunione, il mio unico desiderio era stare in casa, spalmato sul divano e con l’aria condizionata accesa al massimo. Entro in casa e l’occhio mi cade su un mucchio di multe sul tavolo all’ingresso: erano davvero tante, accumulate nel tempo. Mi butto sul divano sconsolato: possibile che non ci sia il modo per pagarle seduto comodamente a casa? E così mi si è accesa la lampadina.

Il giorno dopo ho chiamato il mio amico e compagno di avventure Valerio Pugliese e il giorno dopo ancora Gianluca Ventola, oggi rispettivamente Chief Operating Officer e Chief Financial Officer di EasyPol. A casa di Valerio mi sono presentato con un primo faldone pieno di documenti, dati e prospetti riguardanti Speedygift e con un secondo faldone contenente solo le mie multe da pagare, accompagnato dal mero racconto del progetto e da ricerche e dati reperiti in rete. Tutto questo è bastato a evidenziare le potenzialità dell’idea. Ho convinto sia Valerio che Gianluca fin da subito.

Ecco perché, a chi nella vita vuole fare l’imprenditore, dico sempre che bisogna avere elasticità mentale ed essere sempre pronti sia a cavalcare i cambiamenti che a scatenarli. Possiamo scegliere di subire o agire: io sicuramente preferisco agire.

IL LOGO

In molti mi chiedono il significato del polpo nel logo e in effetti si tratta di una storia curiosa. Nella fase iniziale del progetto, durante il processo di incubazione, EasyPol si chiamava solo “Pagamenti Online”, un nome tanto semplice quanto efficace. Abbiamo quindi individuato “POL” come acronimo di Pagamenti Online e l’abbiamo unito a “Easy” per indicare la facilità del pagamento fatto tramite app, uno dei vantaggi di EasyPol.

Da appassionato di calcio mi è rimasto sempre impresso Paul, il polpo che in occasione dei Mondiali del 2010 ha predetto il risultato delle partite giocate dalla nazionale tedesca, forse perché il polpo è un animale che mi è sempre stato simpatico: è infatti uno degli animali più intelligenti, sfrutta l’ecosistema in cui sta, i suoi tentacoli aderiscono agli elementi che lo circondano proprio come EasyPol aderisce alle sfide del mercato. Il polpo è mutevole come lo è il nostro team, sempre pronto ai cambiamenti e preparato ad adattarsi a qualsiasi situazione. Inoltre i tanti tentacoli del polpo simboleggiano i molteplici servizi di EasyPol e le diverse tipologie di pagamento che gli utenti possono effettuare tramite l’app. In conclusione, il nome è importante… Ma è ancora più importante dargli il giusto significato!